Adami

Le testimonianze storiche fanno risalire al medioevo la vocazione vitivinicola delle colline della Marca Trevigiana. Qui si producevano eccellenti vini bianchi che, come si scriveva nel 1606, erano esportati ed apprezzati "a Venezia, in Germania e fin nella lontana Polonia". Fu una selezione naturale ad imporre il Prosecco in questa corte enoica dell'alta Marca e soprattutto nell'area di Valdobbiadene dove regna da allora sugli irti pendii delle colline plioceniche. L'ambiente è severo, siamo a ridosso delle prime vette dolomitiche, ma ben protetto e baciato dalla calda luce del mezzogiorno. È qui, in questo ambiente dalle ben solide radici di fatica contadina e dalle ricche tradizioni, che comincia la storia dall'azienda Adami. Nel 1920, nonno Abele acquistò dal Conte Balbi Valier un vigneto naturalmente disposto ad anfiteatro. Bello e ricco di promesse. Una terra con cui ricominciare. Assieme al figlio Adriano, nonno Abele creò un legame che non si è mai più sciolto: il Prosecco di Casa Adami.

Le giovani generazioni hanno avuto il compito di portare la tecnologia in cantina. E così Armando e Franco, diplomati in enologia, hanno saputo rinnovare la passione e l'esperienza dei padri con la cultura e gli strumenti della modernità.
È stato un paziente lavoro d'interpretazione e riconversione delle antiche pratiche alla luce delle nuove scoperte scientifiche. Tutto in cantina è controllato, sperimentato, ricercato per una qualità voluta e seguita fin dallo sbocciare delle gemme in aprile. Una qualità che fa del Prosecco Spumante di Casa Adami un grande spumante nazionale.



Nessun prodotto corrispondente alla selezione è stato trovato.