Charles Heidsieck

Charles Heidsieck è un uomo del suo tempo: visionario e innovatore. Nel 1851 fonda la Maison de Champagne che ancora oggi porta il suo nome, e mantiene quello spirito di comunicatività, coraggio e ricerca dell’eccellenza che contraddistingue il suo fondatore. Rémois di buona famiglia, sposato con l’erede di un’altra grande famiglia della regione, gli Henriot, a soli 29 anni fonda una Maison che desidera essere a sua immagine e somiglianza e che produrrà uno champagne rappresentativo della sua personalità.  In una terra in cui il cognome “Heidsieck” era già uno dei più rinomati della Champagne, Charles ha saputo imporre il suo nome.

La Maison de Champagne Charles Heidsieck rimane, a più di 160 anni dalla sua creazione, una realtà familiare nella quale ciascun erede si è impegnato a far rivivere lo spirito audace della sua fondazione, facendo scelte autentiche e personali che impongono il rispetto e che resistono alle mode effimere.

Le ambizioni di Charles risuonano in un mondo in pieno fermento. Il XIX Secolo è l’epoca delle grandi scoperte, degli spettacoli e degli interrogativi fondamentali, ovvero l’epoca di un mondo che riflette su se stesso per progredire, e che lo fa con audacia. Sicuro della qualità del suo champagne, Charles decide di esporsi al mondo. Poliglotta, socievole e con la sicurezza di chi è guidato da una chiara visione, in pochi anni diventa uno dei più influenti ambasciatori della Champagne nel mondo. Dall’America, dove conquista il Nuovo Mondo diventando il leggendario “Champagne Charlie”, passando nel cuore delle Corti Europee fino alla Russia.

Gli champagne Charles Heidsieck godono di una firma inconfondibile. Il loro stile, riconoscibile fra tutti, è caratterizzato da un’alta proporzione di vini di riserva che arricchisce le cuvée sans année della Maison, regalando un equilibrio raro e costante. I vini di riserva rappresentano la ricchezza e unicità degli champagne Charles Heidsieck, ma sono anche vini in costante evoluzione, che la maestria dello Chef de Caves assembla in una composizione armoniosa, pur conservando intatta la particolarità che ci si attende da ciascun vino.

Le uve selezionate costituiscono, insieme ai cru originari, la complessità del prodotto finale. Vinificati cru per cru, vitigno per vitigno, permettono una selezione precisa di ciascun vino in cui l’uno porta il suo tocco di profondità, l’altro la sua parte di morbidezza.

Gli champagne Charles Heidsieck affinano alloggiati in un “rifugio di pace”: una successione di quarantasette crayères collegate tra loro da gallerie, il tutto a venti metri di profondità e ad una temperatura costante di 10°C.
Sono le antiche cave di gesso gallo-romane, risalenti al II° secolo, che solcano il cuore del territorio di Reims e la cui sezione ricorda proprio la forma di una bottiglia. E, dal momento che le buone regole non sostituiscono l'esigenza di distinzione, il tempo di affinamento accordato alle cuvée non millesimate è di almeno tre anni, laddove la legge fissa invece tale soglia a quindici mesi. Per arrivare ai 10 anni di affinamento in bottiglia sur lies della cuvée Blanc de Millénaires, un capolavoro a tutti gli effetti.

Nessun prodotto corrispondete alla selezione è stato trovato.