Val delle Corti

Quando Giorgio Bianchi, nel lontano 1974, vendette la casa di Milano e lasciò il suo lavoro sicuro per trasferirsi a Val delle Corti, il podere era abbandonato da anni.

I campi erano invasi dai rovi, i muri a secco delle terrazze crollati, gli ulivi inselvatichiti. La sua era una scommessa azzardata, in tempi in cui andare a vivere in campagna non era ancora una moda ed il futuro del Chianti Classico era estremamente incerto.

In lunghi anni di lavoro appassionato, aiutato dai preziosi consigli dei vicini - agricoltori da generazioni - e sostenuto dall'infaticabile moglie Eli, Giorgio riuscì ad imparare la difficile arte della viticultura ed a far rivivere Val delle Corti, facendone un piccolo podere modello.
Alla scomparsa di Giorgio, avvenuta precocemente nel 1999, l'azienda è stata presa in mano dal figlio Roberto e da sua moglie Lis.

Oggi i quattro ettari di vigneto specializzato, recentemente reimpiantati a Sangiovese e ad altre varietà autoctone a bacca rossa, producono un Chianti Classico ed una Riserva dotati di grande tipicità, carattere e finezza.

3 elementi

per pagina
Filtra
Imposta la direzione decrescente
  1. Val delle Corti
    Chianti DOCG - Annata 2015
    16,50 €
  2. Val delle Corti
    Chianti Classico DOCG - Annata 2013
    Valutazione:
    80% of 100
    4.0/5
    24,50 €
  3. Val delle Corti
    9,60 €

3 elementi

per pagina
Filtra
Imposta la direzione decrescente